Fatto da me

Washi e kokeshi #1

L’anno nuovo è iniziato bene, con una cena insieme alle persone a cui voglio bene, risate e nuovi giochi da tavolo.
Uno di questi, Einfach Genial (o semplicemente Genial, in inglese distribuito come Ingeniousedito da Kosmos) mi è piaciuto in modo particolare e ha messo in moto le mie rotelline votate al diy. È un gioco di strategia dalle regole molto semplici e dalle componenti altrettanto semplici: un tabellone con caselle esagonali, 120 tessere a forma di doppio esagono contrassegnate da 6 colori, 24 segnapunti e 4 tavolette su cui piazzarli.
Non aveva tanto senso comprare un gioco che i miei amici avevano già, ma volendo giocare qualche partitella in due, ho pensato: perché non fabbricarmi Genial in casa? E avere così l’occasione di armeggiare con cartone, pennarelli, colla e soprattutto i miei adorati washi tape?

tabellone2

Disclaimer. Sia chiaro che il gioco è coperto da copyright e che quella che sto costruendo è una mia copia personale che probabilmente rimarrà unica, né tantomeno mai venderò. Spero che il geniale autore di Genial, Reiner Knizia, e la Kosmos non se ne abbiano a male se ho amato questo gioco così tanto da volerne una versione artigianale.
Idem per la Bantie, azienda di design svedese dalla quale ho copiato due dei disegni che decorano il tabellone.
Penso di non danneggiare nessuno se mostro un lavoro che, credo proprio, non verrà mai riprodotto da altre persone per lucrarci. È più un modo per condividere  qualche idea sulle tecniche che ho usato.

Materiali

  • cartone di riciclo
  • matita
  • taglierino e forbici
  • riga e squadre
  • pennarelli a punta fine
  • ago
  • washi tape (acquistati da Mywashitape, Partytu.de e da Athesia – Brunico)
  • colla vinilica e pennello
  • scotch

Problema n.1: come riportare il disegno sul tabellone?

La plancia di gioco di Genial non è delle più semplici da ricreare. Si tratta di un esagono composto a sua volta da un incastro di esagoni regolari: disegnarli con matita e righello su un cartone uniforme era fuori questione per me. Cosa ho fatto? Ho usato Word. Ho riprodotto più volte la forma di un esagono su quattro diverse pagine in modo che unite insieme formassero l’intero disegno del tabellone (azzerando i margini dove i lati dovevano combaciare). Le ho stampate e fissate al cartone con lo scotch di carta e poi, con un ago, ho segnato parecchi dei punti di unione fra gli esagoni in modo che facessero da riferimento. Ho bucato tutta la corona esterna, la parte centrale e un anello intermedio. Così ho avuto abbastanza punti per tirare le righe al posto giusto. Dopodiché ho ripassato con il pennarello.
Per segnare i colori di partenza sul tabellone ho usato dei bolli ritagliati dal washi tape. Più o meno: rosso, verde, azzurro, fucsia, lilla, nero, colori che si confondessero il meno possibile durante il gioco. Non tutti i washi tape vanno bene su un cartoncino di colore beige, spesso i colori si perdono: ho fatto parecchie prove per trovare una combinazione adatta.

step01

step02

Problema n.2: come rifinire i lati del cartone?

Il washi tape è sempre la risposta. Però non ha molta aderenza sullo spessore del cartoncino, quindi mi sono aiutata con lo scotch da ancorare sul retro (che non si vede)

Problema n.3: e le decorazioni?

Questo non è un problema, ma un piacere! In realtà anche il tabellone “nudo” era molto bello nel suo minimalismo, mi ricordava l’estetica di Muji. Ma io avevo voglia di divertirmi un po’. I colori vivaci e i decori del washi tape mi hanno fatto pensare alle bamboline kokeshi. La rete è piena di fonti di ispirazione, un paio di disegni li ho copiati e gli altri due sono venuti da sé.

step04 step03gabbiagattoteiera ventagli

Problema n.4: come preservare il risultato?

Il cartone grezzo mi piace moltissimo, ma un gioco da tavolo può facilmente usurarsi. Perciò ho dato una bella mano di colla vinilica per proteggere il tutto. L’ho usata praticamente non diluita perché temevo che gli inchiostri avrebbero potuto sbavare: non è successo, ma è sempre meglio fare qualche prova prima di lanciarsi con queste operazioni.

tabelloneintero

Il tabellone è pronto. Nei prossimi giorni mi dedicherò alle 120 tessere a forma di doppio esagono, usando sempre la tecnica del disegno riportato con l’ago. E per i segnapunti ho già un’idea che sfrutta uno degli usi più diffusi del washi tape.
Alla prossima!

Annunci

3 thoughts on “Washi e kokeshi #1

    1. Grazie Anabella! Ho visto che anche tu ami le kokeshi :)
      Ho un po’ rallentato con questo progetto ma in questi giorni lo sto ultimando e tra poco potrò giocare.
      Un bacio anche a te!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...