Fatto da me · Wedding

Handmade wedding a tema rock festival – 4. VIP pass per un tableau che si smonta

Abbiamo progettato i tavoli-festival, abbiamo deciso come distribuire gli invitati e abbiamo realizzato i centrotavola con i dischi in vinile.  Ora arriva il momento fatidico del tableau mariage! Sì, insomma, ciò che prima di Enzo Miccio chiamavamo… boh, pianta dei tavoli? Non me lo ricordo nemmeno, perché oramai da anni il tableau occupa un posto da protagonista in qualsiasi matrimonio, diventando un concentrato di creatività.

tab02_dettaglio

Al tableau ho unito un elemento che si usa molto nel mondo anglosassone: le escort card, o place card, cioè dei biglietti (o piccoli oggetti), uno per ciascun invitato, con segnati nome e tavolo. Questo si sposava perfettamente con il progetto di consegnare a ognuno un VIP pass per il proprio festival e inoltre a noi sposi piaceva molto l’idea di lasciare un altro piccolo ricordo della giornata, oltre alle bomboniere.

Questi pass sono realizzati con lo stesso cartoncino ruvido, color avorio, delle partecipazioni, e ne riprendono la grafica. Le misure sono 11×7 cm (quindi su un A4 ce ne stanno 6, ho ottimizzato stampando nello spazio restante i bigliettini per le bomboniere).
Un foro, un nastro beige (alto 3mm, lungo circa 80cm), ed è fatta.
Questo sistema ha un grandissimo vantaggio rispetto a un normale tableau: preparando un certo numero di pass in più per ogni tavolo, e scrivendo a mano il nome degli invitati (del resto i pass dei festival non sono forse fatti così?), è possibile, anche all’ultimissimo secondo, fare scambi, aggiunte, cancellazioni. Vi assicuro che così ci si evita parte dello stress legato alla composizione dei tavoli, perché non ci si deve preoccupare dei cambiamenti dell’ultimo minuto.

Per mettere in mostra le escort card esistono moltissime opzioni, basta fare un giro su Pinterest. Una delle soluzioni più semplici è appenderle con filo e mollette. Quanto a come montare il tutto, noi abbiamo optato per tre cornici 50×70 dell’Ikea (più una più piccola) a ciascuna delle quali abbiamo fissato (legandoli ai fermi dietro) quattro tiri di spago. Ogni tiro era lungo abbastanza da ospitare i pass di uno stesso tavolo, al massimo 10. Anche qui un vantaggio importante: un tableau così è semplice da trasportare, si può ultimare il giorno prima in location e si può piazzare più o meno ovunque.

allestimento
Un momento dell’allestimento

Tableau_sposi

Dato che questo tipo di tableau dura poco, perché viene subito saccheggiato dagli invitati, è importante riempire le cornici, che rimarranno appese durante il pranzo, con uno sfondo non troppo chiassoso ma comunque carino da vedere. Perciò ho realizzato dei disegni a tema (mangiare, bere, musica) con un Uniposca bianco su carta da pacchi.

Si può anche giocare con dei pass speciali! Per noi sposi ho stampato i pass Mr. e Mrs., naturalmente access all areas. Il fotografo ha avuto il suo fotopass e i musicisti hanno avuto un pass personalizzato il nome del gruppo. Il nostro testimone è stato nominato sound engineer e la nostra testimone ha svolto alla perfezione la funzione di band aid (a lei è dedicata la citazione da Almost Famous).

mrs

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...