Fatto da me

Calzini in ordine con gli origami e il metodo Konmari

Anch’io sto cercando di farmi pervadere dal Magico Potere del Riordino promesso dal bestseller di Marie Kondo, aka Konmari, la riordinatrice di armadi più famosa del pianeta.
Non sono mai stata una persona precisa e metodica, ma ultimamente ho notato che riordinare e buttare via le cose di troppo mi dà una bella scarica di energia, quindi mi sto sforzano di cambiare un po’. Ho letto il libro, guardato decine di tutorial su come piegare i vestiti, e anche se non riesco proprio a parlare con le cose come suggerisce Konmari (né a farmi forza per rimettere via i vestiti usati una volta sola, invece di buttarli sulla cassettiera), devo dire che mettere in atto alcuni trucchetti ha davvero cambiato l’aspetto del mio armadio.
I fondamentali sono il decluttering preliminare estremo e il plurimillenario principio divide et impera.
Che sono cose che tentava di insegnarmi anche la mia mamma, peraltro, ma una spruzzata di giapponesità rende il tutto molto più divertente (sorry mamma).

Un’impresa alla portata di tutti è sistemare il cassetto dei calzini. Marie Kondo li appaia e li piega a pacchettini in modo che stiano in piedi belli rigidi, io ci aggiungo anche la mossa di rivoltare l’elastico per fermare meglio il tutto (la Marie non sarebbe d’accordo perché dice che l’elastico si rovina, ma io applico il metodo da anni senza grossi drammi). Ok, quindi qui ci eravamo già arrivati. Il problema era che i “pacchettini” a lungo andare si ammucchiavano, e così non riuscivo mai a tenere una divisione leggeri/pesanti, né ad avere tutto sott’occhio. Così ho sentito il bisogno di avere dei divisori per cassetti, ma i divisori che si comprano hanno sempre due svantaggi: il primo è che costano, il secondo è che non sono mai della misura perfetta per i propri cassetti.

Per molto tempo ho cercato un’opzione fai da te, ma attenzione, qui stiamo parlando di riordino: qualsiasi accrocchio impreciso, o poco funzionale, avrebbe aggiunto casino invece che risolvere.
La lampadina mi si è accesa quando mi sono imbattuta in una cosa semplicissima che si chiama Origami Baggi Box. Vi rimando al tutorial linkato per la realizzazione.

A quanto pare la Baggi box prende il nome dal suo creatore ed è pensata soprattutto come scatolina regalo. Ma si può riproporre come divisorio per cassetti. Per me rappresenta la quadratura del cerchio, perché:

  • si parte da un foglio rettangolare, non c’è nemmeno bisogno di ridurlo a quadrato come quasi sempre succede con gli origami
  • il suddetto foglio può essere di riciclo, quindi il costo è zero
  • usando un A4 magicamente si ottiene una scatola delle dimensioni perfette per il 99% dei calzini (appaiati)
  • cambiando il verso del foglio (iniziando a piegare dal lato corto o lungo), ma seguendo le stesse istruzioni, si ottiene o una scatola più o meno cubica, oppure un parallelepipedo
  • le pieghe sono poche e semplici
  • le scatoline singole sono moduli molto flessibili: tante scatoline messe in fila si adattano a qualsiasi tipo di cassetto
  • la struttura che ne deriva è sottile e non sottrae spazio vitale

La carta dei fogli da stampante risulta essere un po’ leggera, perciò ho felicemente smembrato il catalogo di una casa editrice di fumetti, che era stampato su carta più sostenuta. Fumetti soprattutto giapponesi. Origami, konmari, tutto torna. Sarà merito del magico potere del riordino.

Non metto il before perché anche no, ma ecco l’aspetto dell’after (e credetemi se vi dico che il disordine non è più tornato). Se il vostro OCD è particolarmente forte, potete pure ordinarli per colore. Prossimo giro gli slip, e poi anche i cassetti del makeup, della cancelleria e delle cianfrusaglie.

Bonus: il numero di divisori è finito, perciò deve anche quello dei calzini deve esserlo. Vietato fare più strati. D’ora in poi per un paio che entra, un altro lo salutiamo: stop agli acquisti inutili.

Annunci

One thought on “Calzini in ordine con gli origami e il metodo Konmari

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...